banda http://blografando.splinder.com

giovedì 21 agosto 2008

Arcigay Roma. Lunedì discussione sul programma di Federica Pezzoli.

Il Comitato promotore per Federica Pezzoli Presidente di Arcigay Roma informa che Lunedì 25 agosto 2008 dalle 18.00 alle 21.00, presso la Sala Parrocchiale della Chiesa Anglicana "All Saints", in Via di Gesù e Maria 27 (primo portone dopo ingresso della chiesa, attraverso il giardino e raggiungibile anche con la metropolitana, Linea A fermata Flaminio o Spagna), si terrà una riunione per la discussione finale del documento programmatico, e alla chiusura della lista relativi alle elezioni del nuovo presidente e del comitato direttivo dell'Arcigay di Roma.

La riunione è pubblica pertanto tutti gli interessati sono liberi di partecipare e con ciò dare un loro contributo per la chiusura del documento programmatico e la chiusura della lista che sostiene

I soci Arcigay Roma che hanno rinnovato o fatto la tessera entro il 22 luglio 2008, che approveranno il documento e le candidature espresse, sono vivamente pregati di rendersi disponibili fra le ore 16 e le ore 18 del giorno successivo per recarsi presso la sede Arcigay Roma in Roma, Via Goito 35b, per sottoscrivere il documento e presentare la lista.

N.B.: chi avrà difficoltà ad essere presente il 26 agosto, potrà predisporre la propria delega nella riunione del 25.

Sphere: Related Content

1 commento:

francesca ha detto...

Federica Pezzoli è sempre stato personaggio "strano" all'interno della ex Crisalide Azionetrans. Fu messa nel direttivo dalla allora presidente Fabiana Tozzi senza che, poi, all'atto pratico producesse nulla tranne che scritti aulici para-legali perfettamente inutili e fini a se stessi sulla ex-lista soci di Crisalide-Azionetrans.
Nel giugno 2007 la Tozzi, con una mossa azzardatissima, la nominò responsabile della costituenda sede romana. Da quel giorno il suo atteggiamento iniziò a mutare. Nulla fu fatto per Roma, qualsiasi proposta od opinione venivano selvaggiamente cestinati e non solo.
La Pezzoli ha dimostrato di essere persona inadatta ad un dialogo con le persone in difficoltà senza alcuna voglia di ascolto ne' un briciolo di empatia, crogiolandosi in monologhi dove lei "esprimeva concetti" e "stava parlando" e... non si ammettevano ne' repliche ne' domande ne' interruzioni.
Si presentò alla Camera dei Deputati alla conferenza stampa della presentazione del Roma Pride 2007 con un discorso allucinante ove pareva che facesse pubblicità a se stessa (intervista in archivio su radio radicale) evento che scatenò le ire di altri esponenti di associazioni e lo stupore dei giornalisti ed addetti.
Il risultato fu che la sede romana di Azione Trans non partì mai e che nessuna attività di supporto per le persone che avevano bisogno fu mai messa in cantiere. Celebri restano le sue affermazioni, come: 'Io non mi occupo di protocolli e assistenza alle transgender, ma di politica'
Quando ad agosto 2007, visto l'allontanamento da parte di Fabiana Tozzi per motivi a me non molto chiari, la Pezzoli si dimise con una lettera senza capo ne' coda fummo solo sollevat* dalla sua dipartita che ci sollevava da imbarazzi e da polemiche sorte durante la sua breve permanenza nella storica ed onoratissima associazione, associazione in cui le mire erano di avere un ruolo ed incarichi che la potessero mettere in luce verso il pubblico e gli organi di informazione.
In sintesi: una persona volta solo ad accedere a situazioni ove possa esprimere al meglio la sua voglia incontrollata di apparire e di mettersi sul palco a dispensare le sue incontrovertibili verità, che, spesso, capisce solo lei.
Una persona assetata di protagonismo e di "potere", una persona non in grado di aiutare nessuno.
Per questi motivi, sono assolutamente dalla parte di chi in questi anni si è prodigato ed aiutato tantissime persone, e che ha costruito una pagina del movimento a Roma ed esprimo il mio assoluto dissenso a che una persona come la Pezzoli prenda le redini (lei... neodonna operata) del movimento gay a Roma.

Francesca Busdraghi
Segretaria Nazionale di Azione Trans